PARROCCHIA SANT’ANNA

Via Trieste, 3, 62018 Porto Potenza Picena (MC)

REGOLAMENTO

della SALA DELLA COMUNITA’  “CINE TEATRO DIVINA PROVVIDENZA”

sita in Porto Potenza Picena (Mc), Via Cristoforo Colombo, 17

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

DEFINIZIONI UTILI AI FINI DELL’INTERPRETAZIONE E DELL’APPLICAZIONE DEL SEGUENTE REGOLAMENTO

Struttura: locali adibiti al cinematografo denominato “Cinema Divina Provvidenza”, siti in Via Cristoforo Colombo, 17, in Porto Potenza Picena (Mc) e costituiti dalla sala che riceve il pubblico (platea e galleria), il palcoscenico e i camerini siti dietro il palcoscenico, l’atrio, i corridoi e i servizi igienici.

Sala (Sala della Comunità): sala che riceve il pubblico (platea e galleria).

Concedente: la Parrocchia nella persona del Parroco pro-tempore.

Concessionario: soggetto che riceve in uso la struttura o la sala.

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

PROPRIETA’ DELLA SALA E GESTIONE

La Sala della Comunità “Cine Teatro Divina Provvidenza” (di seguito detta “Sala”), sita in Porto Potenza Picena (Mc), Via Cristoforo Colombo, 17, è di proprietà della Parrocchia Sant’Anna di Porto Potenza Picena, c.f.: 820004939 ed è gestita direttamente dalla Parrocchia medesima (di seguito detta “Proprietario/Gestore”), che decide, anche tempi e modalità di concessione a terzi dell’uso della Sala per lo svolgimento delle varie attività consentite.

Il presente Regolamento disciplina l’accesso alla Sala, pone le regole del suo utilizzo da parte di terzi richiedenti, definisce i criteri di gestione, le finalità e gli scopi, cui gli utilizzatori si dovranno attenere. Essendo la sala di proprietà esclusiva della Parrocchia Sant’ANNA, in essa sono consentite manifestazioni a carattere politico, ma solo su argomenti amministrativi locali, realizzate a più voci (tavole rotonde) ed aperte al pubblico.  Non si concede per motivi propagandistici o che in ogni caso vadano contro la morale cristiana e contro i principi sanciti dalla Costituzione Italiana. La sala può essere concessa a partiti, associazioni, fondazioni, comitati, enti, ecc, comunque regolarmente riconosciute.

Per le attività che esulano da quelle del cinematografo e dello spettacolo, va evitato in modo perentorio l’utilizzo della struttura su iniziativa individuale o di più persone, non preventivamente ed espressamente condivisa dal parroco. Lo scopo è preservare la natura della struttura che è quella di costituire un bene per la comunità intesa nella sua collettività e mai a servizio del singolo o di gruppi che possano compromettere, seppur indirettamente, l’immagine della Parrocchia.

Il Parroco si riserva in ogni caso il diritto di concedere o rifiutare la concessione della sala a terzi e di adeguarne termini e modalità di concessione, alle specifiche circostanze del caso.

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

ORGANISMI

La Sala è gestita direttamente dal Concedente nella persona del parroco pro-tempore che rimane esclusivo gestore e responsabile dell’aspetto amministrativo ed organizzativo. E’ sostenuto, dal parere del Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici e dal supporto dei Referenti dal lui stesso incaricati.

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

FINALITA’ E USO DELLA SALA-STRUTTURA E POSTI AUTORIZZATI

Il Cine Teatro Divina Provvidenza è una struttura finalizzata alla promozione di tutte quelle attività  della Comunità che abbiano a proprio fondamento uno spirito educativo, ricreativo, culturale, di intrattenimento, di formazione e di informazione, principalmente indirizzati ai giovani della Comunità, meglio descritte al punto 3 del presente Regolamento.

Ogni attività dovrà comunque essere svolta in osservanza della liceità e non dovrà essere contraria alle leggi e allo spirito cristiano.

I posti autorizzati sono n° 309 (trecentonove) così suddivisi: n° 258 in platea, di cui 2 per persone diversamente abili, n° 51 in galleria.

Oltre tale limite è fatto assoluto divieto consentire l’ingresso in sala di ulteriori spettatori.

La Sala è utilizzata principalmente, e con priorità sugli altri, dalla Parrocchia per le proprie esigenze che in ordine di priorità sono le seguenti:

  1. Attività Cinematografica e Spettacolo gestiti dalla Parrocchia;
  2. Riunioni Parrocchiali;
  3. Attività dei Gruppi Parrocchiali e Gruppi Oratoriali, i quali, a parità di tempo di prenotazione, avranno diritto di precedenza nella scelta delle date per gli spettacoli, sui Concessionari che non sono associazioni o gruppi parrocchiali.

Oltre all’uso da parte della Parrocchia, la Sala viene concessa in uso a soggetti esterni, di seguito detti “Concessionari”, sia a titolo oneroso, sia a titolo gratuito per lo svolgimento di attività culturali, di spettacolo, convegni, conferenze e formazione professionale. L’uso concesso a terzi è disciplinato dalle norme riportate ai punti 6, 7 e 8.

Sono esclusi dall’uso concesso a terzi: la stanza adibita alla proiezione contenente il proiettore Sony 4K, e l’uso di quest’ultimo, il sottoscala adibito a ripostiglio e il piccolo magazzino sito vicino ai bagni.

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

PRIORITA’ DELL’ATTIVITA’ CINEMATOGRAFICA

Fatta salva in ogni caso la possibilità del Concedente di consentire eccezioni alle norme del presente articolo, per particolari situazioni vagliate di caso in caso, a proprio insindacabile giudizio, l’utilizzo della sala dovrà essere finalizzato principalmente alla “Proiezione cinematografica” secondo il seguente calendario:

– Dall’inizio del Ponte Festivo dei Santi del 1° Novembre al penultimo week-end di Febbraio compreso: i giorni di venerdì, sabato e domenica saranno adibiti esclusivamente al cinema; in questo periodo il teatro e le altre attività consentite, saranno possibili soltanto dal lunedì al giovedì se la sala risulta disponibile;

– Dall’ultimo week-end di Febbraio al week-end prima del Ponte Festivo dei Santi del 1° Novembre: il teatro e le altre attività consentite, saranno possibili anche per un week-end al mese;

Comunque l’utilizzo della sala a terzi, per uso diverso da quello della proiezione cinematografica parrocchiale, non può essere concesso durante i periodi festivi. Inoltre è preferibile che tra uno spettacolo non cinematografico e l’altro vi siano almeno due settimane libere da dedicare alla proiezione cinematografica

Posto inoltre che lo schermo del cinematografo è estensibile al punto da coprire il retro palco, in ogni momento, durante l’occupazione della sala da parte di compagnie teatrali o altri, la Parrocchia potrà procedere comunque con la proiezione dei film, salvo diverso accordo con l’utilizzatore. In tale occasione, non è consentito l’uso del palco e dei locali annessi situati dietro lo schermo.

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

CRITERI DI AGGIUDICAZIONE DELLE SERATE PER LE ATTIVITA’ RICHIESTE DAI CONCESSIONARI

Tra le richieste ricevute per l’esecuzione delle attività extra-cinematografiche, verrà data priorità a quella pervenuta per prima; e a parità di data di presentazione della domanda verrà data preferenza anzitutto alle attività e alle iniziative  promosse dalle Realtà Parrocchiali;  quindi alle domande promosse dalle Associazioni Teatrali Locali (sia a scopo di lucro, sia non a scopo di lucro: quindi Compagnie Teatrali in forma di Associazione e scuole di Ballo, di Musica, di Ginnastica ….); poi a quelle delle attività delle Scuole Materne – Asili Comunali e Privati, Scuola Primaria e Secondaria della comunità; a seguire a quelle delle attività  del Comune di Potenza Picena; e in fine a quelle di privati locali siano essi in forma di associazione o impresa; e in ultimo a quelle di soggetti esterni alla Comunità.

Il Concedente, su proprio insindacabile giudizio, si riserva in ogni caso il diritto di concedere o rifiutare la concessione della sala a terzi.

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

NORME GENERALI VIGENTI ALL’INTERNO DELLA SALA

Tutti i soggetti che, a qualsiasi titolo utilizzano la sala, sono tenuti a rispettare le seguenti norme finalizzate a preservare la buona manutenzione dei locali, nonché la loro sicurezza:

I Minori di 16 anni non-accompagnati non possono recarsi in galleria;

Alla fine di uno spettacolo tutti gli spettatori devono lasciare la sala consentendo al personale di eseguire il riordino della stessa e agli spettatori in attesa dello spettacolo successivo di accomodarsi;

All’interno della sala non possono essere portati cibi e bevande diverse da quelli acquistati al bar ed in particolare è fatto divieto di introdurre bicchieri e bottiglie di vetro, contenitori di bevande di capienza superiore a 0,5 l, bevande alcoliche; per tanto il personale di servizio è autorizzato a vietare l’accesso alle persone non osservanti detta limitazione.

Il personale addetto alla sala può intervenire in caso di disturbo alla visione dello spettacolo, al fine di far rispettare le regole, anche invitando il disturbatore ad accompagnarsi fuori dalla sala accomodandosi nell’atrio interno antistante la sala cinematografica;E’ assolutamente vietato fumare nella Sala e in tutti i locali della struttura;E’ fatto assoluto divieto usare coriandoli, stelle filanti e/o spray ed altro materiale simile e/o infiammabile all’interno dello stabile;

E’ vietato l’accesso ai non-autorizzati all’interno dei locali adibiti alla proiezione, alla biglietteria e al bar;E’ vietato introdurre sedie o sedili all’interno della sala, in aggiunta a quelli ivi esistenti e autorizzati;

Durante la proiezione di film e lo svolgimento di spettacoli è vietato l’utilizzo di apparecchi telefonici all’interno della sala,  nell’antibagno e nel corridoio che separa la sala dall’atrio, in caso di bisogno, l’utilizzo è consentito nell’atrio antistante la sala;

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

PROCEDURA DI CONCESSIONE D’USO A TERZI DELLA SALA

Fatta salva in ogni caso la possibilità del Concedente di consentire eccezioni alle norme del presente articolo, per particolari situazioni vagliate di caso in caso, a proprio insindacabile giudizio, la Sala può essere concessa in uso a terzi per le attività previste al punto n. 3 del presente regolamento e in rispetto di quanto previsto al punto n. 5 e 6 del presente regolamento.

La durata dell’uso sarà quella concordata di volta in volta con il Concedente, o suo Referente, e sarà specificata nella richiesta e nella risposta; l’uso potrà prevedere, se necessario, oltre al periodo in cui si svolge l’evento vero e proprio, anche un periodo utile ad eventuali prove e allestimento scenico (immediatamente precedente all’evento); la diversa disciplina economica è indicata nell’allegato tariffario (Allegato B).

In caso di uso precedente all’evento (per allestimento scene o sala e per prove), il Concedente si riserva la facoltà di stabilire la durata di detto periodo, che preferibilmente inizierà al massimo dal lunedì immediatamente precedente l’evento o che i ogni caso consentirà di procedere alla proiezione cinematografica durante tutto il week-end precedente l’evento.

A tal fine chi intende chiedere in uso la Sala (Concessionario), dovrà accedere alla seguente procedura:

  1. Il Concessionario chiede al Concedente l’uso della Sala inviandone richiesta via mail al seguente indirizzo: pppsanna@gmail.com

In caso di disponibilità il Concedente, o suo Referente invierà copia del presente Regolamento con il modulo allegato detto “Allegato A”, che dovrà essere compilato e re-inoltrato al Concedente unitamente alla fotocopia di un documento d’identità del richiedente (documento necessario solo nel caso in cui il richiedente non sia persona già conosciuta al Concedente). In caso di Associazione o Ente allegare fotocopia di un documento d’identità del legale rappresentante;

  1. Il Concedente risponderà via mail presso l’indirizzo indicato.
  2. La consegna delle chiavi della sala, da parte del Concedente nelle mani del Concessionario, avverrà nel giorno convenuto tra Concedente e Concessionario onde consentire a quest’ultimo l’allestimento scenico e l’esecuzione delle prove. Non è consentito al concessionario di duplicare la chiave di ingresso alla sala e tutte le chiavi rilasciate dal concedente ai fini dell’uso concordato.
  3. La restituzione delle chiavi e della sala avverrà entro 12 ore dalla fine dello spettacolo o dell’attività, salvo diverso accordo scritto con il Concedente. La sala dovrà essere riconsegnata dal Concessionario, con relative spese a proprio carico, pulita e libera dagli attrezzi scenici o strumentali utilizzati per la realizzazione dell’attività stessa.
  4. L’uso sarà disciplinato, per tutta la sua durata, da quanto pattuito tra Concedente e Concessionario e stabilito nell’ apposito modulo sottoscritto dal Concessionario Richiedente (Allegato A).

PRODUZIONE, GESTIONE E VENDITA BIGLIETTI: I biglietti relativi allo spettacolo proposto dal Concessionario, verranno da quest’ultimo prodotti e venduti previo accordo di volta in volta preso con il referente della biglietteria che provvederà a creare l’evento sul computer del Cinema.

Anche gli eventuali messaggi pubblicitari che verranno eventualmente inseriti sul retro del biglietto saranno a cura dell’Organizzatore dell’evento che ne tratterrà per sé anche gli eventuali proventi.

Salvo diverso accordo con il Concedente, il prezzo del biglietto relativo allo spettacolo del Concessionario sarà a beneficio del Concessionario stesso così come gli oneri fiscali (Siae…) rimarranno a suo carico.

  1. Il Concedente, nella persona del Parroco pro-tempore, si riserva a suo insindacabile giudizio la possibilità di rifiutare qualsiasi richiesta, anche senza addurre alcuna motivazione.

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

NORME PER L’USO DELLA SALA E DEI SUOI APPARECCHI DA PARTE DEL CONCESSIONARIO E DEI SUOI COLLABORATORI

Il Concessionario e i suoi collaboratori e personale addetto, dovranno rispettare le Norme Generali previste al punto 6 del presente Regolamento, oltre a quelle di seguito specificate:

Il Concessionario e i suoi collaboratori, nell’usufruire delle apparecchiature e degli impianti, devono averne la massima cura. Materiali e strumenti danneggiati o mancanti dovranno essere rimborsati a prezzo attuale di mercato; rimane escluso dalla concessione, l’uso del Proiettore Sony 4K, salva la diretta partecipazione all’evento di un Referente Tecnico del Concedente espressamente indicato da quest’ultimo.

Per l’utilizzo delle apparecchiature, degli impianti e del palcoscenico, il Concessionario dovrà seguire le direttive impartite dal Concedente. Non è ammessa nessuna manomissione dell’impianto elettrico o di amplificazione. Chi usufruisce di proprio impianto di illuminazione o amplificazione lo installerà in modo autonomo senza interferire, anche solo in parte, con l’impianto della Sala;

E’ fatto divieto di installare o posizionare apparecchiature elettroniche (console o altro) in prossimità delle porte di emergenza e dei naspi antincendio vicini al palco, per il quale posizionamento è invece dedicato il vano immediatamente posto sotto al proscenio o sotto la parete della cabina di proiezione.

E’ fatto assoluto divieto di installare chiodi o viti sul pavimento del palcoscenico per il montaggio delle scenografie; è, semmai, consentito utilizzare mezzi alternativi che non causino un deterioramento del piano palcoscenico e delle pareti.

L’apposizione di elementi atti a personalizzare la sala (scritte, cartelli, addobbi, oggetti promozionali e pubblicitari) è sempre a carico dell’utilizzatore, ma deve essere eseguita d’intesa con il responsabile designato dal Concedente. Detti elementi dovranno essere rimossi immediatamente dopo l’avvenuto svolgimento dell’evento.

La vendita di materiale pubblicitario, merchandising o altro dovrà essere concordato con il Concedente.

Durante le prove e l’allestimento scenico è ammesso in sala unicamente il personale autorizzato. Altresì durante l’evento, l’accesso al palco ed alla regia, è severamente vietato alle persone non autorizzate.

Al termine dell’utilizzo, da parte delle associazioni parrocchiali e delle associazioni locali, si deve provvedere alla pulizia del pavimento, al riordino degli arredi ed a rimuovere tutti gli addobbi. La spazzatura deve essere raccolta negli appositi contenitori, in modo differenziato, e depositata presso l’area disposta dal Comune; qualora fosse contestata una violazione degli obblighi connessi alla raccolta differenziata, la sanzione dovrà essere pagata dal richiedente.

L’osservanza delle norme relative al diritto d’autore, la cui tutela è affidata alla SIAE e delle norme a protezione dell’inquinamento acustico compete all’organizzatore/richiedente.

Il Concessionario, sia in caso di concessione gratuita, sia in caso di concessione a titolo oneroso, sarà libero di lasciare una donazione alla parrocchia oltre al pagamento delle spese sala concordato.

Il Concedente declina ogni responsabilità per eventuali furti o danni a persone e/o cose avvenuti durante la manifestazione o la preparazione della stessa.

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

RESPONSABILITA’ DEL RICHIEDENTE-CONCESSIONARIO

Il richiedente-concessionario è custode degli spazi concessi per tutto il periodo d’utilizzo.

Il richiedente-concessionario si impegna a rispettare e a far rispettare, ai propri collaboratori e agli eventuali spettatori, le norme del presente regolamento, ciascuno per quelle di cui è destinatario, liberando il Concedente da ogni eventuale responsabilità per danni, sanzioni e quant’altro dovesse verificarsi in seguito al mancato rispetto delle norme previste dal presente regolamento e da quelle più generali sulla sicurezza previste dalla legge.

Il Concedente non esercita alcuna vigilanza relativa all’ingresso delle persone che intendono accedere agli ambienti concessi in uso; tale incombenza rimane a carico del Concessionario.

La custodia dei minorenni invitati e presenti negli ambienti concessi in uso non è assunta dal Concedente, ma dall’organizzatore/richiedente. Il Concedente non è responsabile di eventuali danni provocati agli spettatori dalle attività promosse da terzi nella Sala, la cui responsabilità sarà dei Concessionari.

Il Concessionario assume la responsabilità dei danni che, per propria responsabilità e/o dei propri collaboratori, si dovessero verificare alle attrezzature ed agli impianti della sala e/o alla sala stessa. Il Concessioanrio assume altresì la responsabilità per il materiale (attrezzature, impianti, strumenti, ecc.) di sua proprietà lasciato in deposito presso la sala, detto materiale deve essere a norma di legge.  Il Concessionario assume inoltre la responsabilità dei danni che, per colpa sua o della sua attrezzatura, si dovessero verificare alle persone presenti nella sala. Il personale, i collaboratori e tutte le persone di cui il Concesionario si avvale per lo svolgimento dell’attività oggetto della concessione dovranno essere assicurati ed in regola con tutte le disposizioni previdenziali e fiscali.

In caso di mancato rispetto delle norme del presente regolamento da parte del Concessionario e/o dei suoi collaboratori, oltre a ricadere su questi ultimi le responsabilità giuridiche di ordine civile e penale e amministrativo, il Concedente si riserva il diritto di rifiutare la concessione in caso di eventuale successiva richiesta da parte del Concessionario resosi trasgressore.

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

PAGAMENTO E COSTI AFFITTO DELLA SALA (Allegato B)

Il costo per l’utilizzo della Sala sarà concordato con il Concedente, o suo Referente, secondo le tariffe stabilite dal Concedente presenti nell’Allegato “B” di questo regolamento, ed in forma anticipata, compilando il Modulo previsto all’Allegato A del presente regolamento.

Il pagamento dovrà essere effettuato sulla base degli accordi presi con il Concedente o suo Referente.

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

REVOCA DELLA CONCESSIONE

Il Concedente ha facoltà di revocare o annullare la concessione, per comprovati motivi di forza maggiore. In tal caso la Commissione di Gestione è sollevata da ogni obbligo di risarcimento di qualsiasi spesa sostenuta o impegnata dal Concessionario, eccezione fatta per la tariffa di concessione versata; in questo caso il soggetto richiedente potrà, in alternativa, o chiedere il rimborso della somma pagata o mantenere il deposito in conto di corrispettivo per ottenere analoga successiva concessione in altra data da concordare. In nessun altro caso oltre a quello del comma precedente si procederà al rimborso dell’importo versato.

L’accertata inosservanza anche di uno solo dei punti di questo regolamento potrà comportare la sospensione della manifestazione, anche in corso di svolgimento e potrà comportare l’esclusione del concessionario da altre future concessioni.

—— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —— —–

EFFICACIA DEL PRESENTE REGOLAMENTO

Il presente regolamento rimarrà valido fino a revoca o modifica da parte del Proprietario/Gestore.

Esso sarà affisso, unitamente al Piano di Emergenza e al D.V.R., nell’atrio della Sala della Comunità ed è fatto obbligo a tutti di rispettarli.

Porto Potenza Picena, 30 Gennaio 2017

Il Parroco

Don Francesco Miti

 

> Allegato A <

> Allegato B <